Storia San Fernando

Alloggio

Alloggio

Destinazionehttps://sanfernando.costasur.com/it/index.html

Destinazione

Ti offriamo la piú completa guida turistica della tua destinazione, sei venuto nel posto giusto...

Autobushttps://sanfernando.costasur.com/it/orari-autobus.html

Autobus

NO HAY RESULTADOS
NO HAY RESULTADOS

Autohttps://sanfernando.costasur.com/it/autonoleggio.html

Auto

Dimostrato: noleggiare un'auto non é caro. Scopri quanto poco ti costerá spostarti a tuo piacimento durante le vacanze con Costasur.

Noleggiare

Trenihttp://trenes.rumbo.es/msr/route/searching.do

Treni

NO HAY RESULTADOS
NO HAY RESULTADOS

Volihttp://vuelos.rumbo.es/vg1/searching.do

Voli

NO HAY RESULTADOS
NO HAY RESULTADOS

Parcheggiohttps://sanfernando.costasur.com/it/parcheggio.html

Parcheggio

Hai bisogno di noleggiare un auto? Costasur ti offre i migliori prezzi del mercato!

Cercare Aeroporto

Traghettohttps://sanfernando.costasur.com/it/ferry-sanfernando.html

Traghetto

Cerchi un traghetto?

Forza e coraggio!

https://sanfernando.costasur.com/it/vendita-biglietti-online.html

Ti proponiamo diverse opzioni per evitare di annoiarti, usa il nostro motore di ricerca attività e divertiti durante le tue vacanze!

Cercare attività

San Fernando è una città il cui primo nome fu Isla de Leon, nome originario dei Ponce de Leon, famiglia nobile che ha dato vita a questa città nel secolo XV-

Secoli più tardi, nel XIX è stato Fernando VII che ha dato il nome a San Fernando, in riconoscenza alla resistenza che opposero all'invasione napoleonica.

Oggi San Fernando è conosciuta come la Isla, e addirittura i cittadini sono chiamati Islegnos, prova che il primo nome è ancora in vigore.

Le origini umane di San Fernando risalgono alla preistoria, epoca della quale esistono ritrovamenti in luoghi come Camposoto e Punta Cantera, dell'epoca neolitica fondamentalmente. Dell'età antica abbiamo dati dell'insediamento di fenici, cartaginesi e poi successivamente i romani. Tutte queste civiltà avevano nella zona importanti attività legata alla ceramica e alla pesca soprattutto del tonno, con l'arte della pesca chiamata Almadraba. Si trattava di un arte millenario che ancora oggi perdura sulla costa di Cadice e che aveva nel Garum il prodotto stellare di questa regione.

Dopo la splendida epoca romana, arrivarono i visigoti, bizantini e i mussulmani in un'epoca di molta attività militare nella zona. I barbari visigoti cacciarono i romani e bizantini nella stessa forma in cui secoli dopo gli arabi cacceranno i visigoti con la battagli di Guadalete del 711. La ricchezza e fertilità delle sue terre, con un clima invidiabile, pantani, buona pesca non furono sfruttati e il territorio rimase spopolato.

Durante la dominazione araba si formarono alcuni nuclei ridotti intorno al Castello di Sancti Petri e Camposoto, ma di poca importanza.

Nel secolo XIII arriva il momento della riconquista da parte di Alfonso X il saggio nel 1264, questi cacciò gli arabi da questa regioni donandola poi alla Castiglia. E' in questo periodo quando si forma un nucleo intorno al castello di San Romualdo con gente proveniente dal nord e che sarà il seme della nuova città.

Alla fine del secolo XV i re cattolici cedono la città ai Ponce de Leon dai quali riceverà il nome.

Con l'età moderna arrivarono i Borboni nel secolo XVIII nella penisola, e San Fernando visse un'epoca dorata. La costruzione di capannoni e la Marina simbolo di identità da allora fino ai giorni nostri, segnò un'epoca di splendore di San Fernando.

Il decreto reale del 1766 firmato da Carlos III, gli diede il nome di Villa della Real Isla de Leon e il comune è uno dei primi edifici simbolici della città ad essere costruito.

Nel secolo XIX la Isla de Leon o San Fernando, continuava in cima in ambito storico. Durante la guerra per l'indipendenza, la città fu un punto di riferimento nazionale insieme a Cadice poiché sono stati gli unici posti della penisola che non sono stati occupati dai francesi.

Nel 1810 si riunirono in comune i deputati delle Corti Generali e nel 1812 nacque la prima costituzione liberale della Spagna, la Pepa. Dopo la vittoria sui francesi, Fernando VII diede alla città il nome di Città di San Fernando.

Dopo l'approvazione da parte delle corti generali della costituzione del 1812, Fernando VII si buttò verso l'assolutismo e il totalitarismo provocando uno scontro. Viene nominato Riego e i 100000 figli di San Luis questo fatto provoca l'entrata dei francesi in città che vi rimasero fino al 1828.

Nel secolo XX con la perdita delle colonie di oltremare, la crisi della pesca e delle saline, San Fernando vive un'epoca di decadenza che non si riattiverà fino al 1942 con la creazione del cantiere navale di Bazan.

Oggi San Fernando è una città in via di modernizzazione e si sono ristrutturati monumenti come il castello di Sancti Petri, il castello di San romualdo o il comune.

Il turismo, il sole e la spiaggia, i suoi monumenti, la sua gastronomia, i suoi centri commerciali e le sue case e appartamenti dove alloggiarsi, sono oggi i principali punti di attrazione di questa città.

Una destinazione ideale per trascorrere le tue vacanze sulla Costa della Luce, un luogo con una storia secolare che è diventato uno dei punti di riferimento della provincia di Cadice.

Di San Fernando sono il cantante Camaron de la Isla, Nina Pastori o Sara Baras (ballerina di flamenco), Ruth Gabriel (cinema), David Barral (calcio) o la ministra del Fomento Magdalena Alvarez.

Ofertas

Altre destinazioni Costasur

Altre pagine dedicate a questa loclaità